Studi scientifici | L’anestesia regionale riduce sensibilmente il ricovero ospedaliero

L’uso di anestesie regionali rispetto alla generale è associato ad una discreta riduzione della durata della degenza ospedaliera, secondo uno studio di oltre 56.000 adulti sottoposti a sostituzione proteica dell’anca tra il 2004 e il 2011.

Mark Neumann (Perelman School of Medicine at the University of Pennsylvania) e colleghi, fatto un confronto tra anestesia regionale (epidurale o spinale) e anestesia generale a 30 giorni e la durata del ricovero ospedaliero dopo un intervento di protesi d’anca su frattura con pazienti da i 50 anni in su.

big-vs-small1

Il team ha analizzato 56,729 pazienti di cui il 28% operati con anestesia regionale e il 72% con la generale. Nel complesso i ricercatori non hanno osservato alcuna differenza significativa della mortalità secondo la tecnica di anestesia utilizzata. Hanno invece notato che gli operati con anestesia regionale generalmente vengono dimessi una giornata in anticipo rispetto agli altri pazienti operati con la generale.

“I nostri risultati possono avere implicazioni per la pratica clinica e la politica sanitaria a vantaggio dei pazienti e dei costi di ricovero a livello nazionale”, ha commentato Neumann.

Riferimento: Neumann, M.D., Rosenbaum, P.R., Ludwig, J.M., et al. (2014) tecnica di anestesia, la mortalità e la durata del soggiorno dopo un intervento chirurgico per frattura d’anca. JAMA 311 (24), 2508-2517

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...