Innovazione | Creato un Bio-film che protegge le protesi in modo da ridurre il rischio di infezioni

stafilococco-aureo-come-si-trasmette-come-si-cura

Il rischio più elevato per un chirurgo che si appresta ad eseguire una protesi è l’infezione. Questa si annida proprio sull’impianto e ne provoca il fallimento.
Alcuni ricercatori francesi hanno messo a punto un bio-film che protegge le protesi in modo da ridurre il rischio di questo evento avverso in modo considerevole.

Pur avendo diversi strati, il nuovo biofilm è spesso solo poche centinaia di nanometri e invisibile ad occhio nudo. Questi studiosi del Institut National de la Santé et de la recherete médicale descrivono il loro lavoro sulla rivista Advanced Materials Healthcare. Questo materiale è costituito da antimicrobici, antifungini e ha proprietà anti-infiammatorie e può essere utilizzato per coprire protesi in titanio, pacemaker e altri dispositivi medici.

I ricercatori hanno dimostrato che quando un impianto è rivestito con questa pellicola e viene a contatto con il sangue umano, la stessa impedisce alle cellule immunitarie di innescare marcatori infiammatori.

Il Dr Philippe Lavalle, direttore di ricerca presso l’Inserm, ha commentato “Il bio-film inibisce la crescita e la proliferazione di stafilococchi o funghi che di frequente causano infezioni correlate all’impianto”.

Fonte: MNT

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...