Studi scientifici | Qual’è il “ritorno economico” degli investimenti nella chirurgia relativa alle fratture dell’anca

503256332

Più di 300.000 americani ogni anno subiscono fratture alle anche con conseguente intervento protesico o di sintesi. Il tasso di frattura dell’anca aumenta esponenzialmente con l’età e dato l’invecchiamento progressivo della popolazione degli Stati Uniti, questo valore è destinato ad aumentare in modo sostanziale.

Questo aumento vedrà aumentare il relativo onere finanziario per i pazienti, le famiglie, gli assicuratori e il governo. Poiché la chirurgia riduce il rischio di mortalità e migliora la funzionalità fisica di pazienti, è il principale trattamento per la frattura dell’anca. Ma qual’è il “ritorno economico” degli investimenti nella chirurgia relativa alle fratture dell’anca?

hip-hoperation-1500x575

In uno studio pubblicato sul Journal Clinical Orthopaedics and Related Research, i ricercatori hanno stimato l’impatto a lungo termine del trattamento chirurgico e non chirurgico sui pazienti da i 65 anni in sù. Dallo studio è emerso che il risparmio medio per paziente operato rispetto al trattamento non chirurgico è stato di circa 65.000 dollari. Ciò tenendo in considerazione tutti i costi riabilitativi e di lungo degenza.

Nella prospettiva di un invecchiamento generale della popolazione questi sono dati importanti per preparare nuovi piani finanziari atti a gestire le patologie connesse all’anzianità.

Fonte: MNT

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...