World | Il Dr stefan Kreutzer parla della protesi d’anca mini invasiva anteriore

L’accesso mini invasivo anteriore è sempre più utilizzato nel mondo; qui di seguito un’altra testimonianza, quella del Dr Stefan Kreutzer (Houston, Texas, USA).

L’accesso mini invasivo anteriore all’anca non deve essere confuso con l’approccio di Harding che viene spesso definito come un approccio anteriore.
La riabilitazione e la degenza in ospedale sono più veloci poichè l’anca viene protesizzata senza il distacco dei muscoli dal bacino o del femore. Altri approcci chirurgici richiedono distacchi multipli dei muscoli del femore durante l’intervento. Nell’approccio anteriore, invece, l’anca è approcciata e operata utilizzando un passaggio naturale tra muscoli. I muscoli più importanti per la funzione dell’anca, i glutei che si attaccano alla parte posteriore del bacino e del femore laterale, vengono lasciati intatti.