Testimonianze | Sergio: riassaporare la gioia di muoversi e godere di una vita piena a 2 mesi dell’intervento

Sergio, dirigente della pubblica amministrazione e sportivo non agonista. A causa di una grave artrosi all’anca sinistra con necrosi della testa femorale evidenziatasi solo 12 mesi prima di questa intervista, ha visto ridursi drasticamente la prospettiva di tornare al piacere di muoversi liberamente. Oggi due mesi dopo l’intervento di protesi d’anca mini invasiva, ha ripreso a muoversi e a riassaporare la gioia di una vita piena.

Il Dr Cammarano a sinistra, e il Dr De Peppo

La più grande casistica in Italia

“PASSARE TRA I MUSCOLI SENZA INCIDERLI O STACCARLI”


Per visite in STUDIO a ROMA chiamare:

Dott. G. Cammarano +39 329 1214372 – ARS Medica 06 362081

Dott. M. de Peppo +39 329 1214439 – ARS Medica 06 362081

INVIATECI LE VOSTRE IMMAGINI RADIOGRAFICHE

INFO@PROTESIDANCA.IT

CONTATTI


Clinica ARS Medica

Approccio anteriore all’anca

6 pensieri su “Testimonianze | Sergio: riassaporare la gioia di muoversi e godere di una vita piena a 2 mesi dell’intervento

  1. per favore in nome del cielo ho 79 anni vorrei parlare via email con un paziente operato al’anca con accesso anteriore mininvasivo vi prego aiutatemi sono molto pauroso e devo operarmi grazie dio vi benedica mario

    > WordPress.com

    "Mi piace"

    1. Gentile Mario, abbiamo già provveduto a mandarle un contatto tempo fa, pensavamo avesse risolto. Ascolto in ogni caso le testimonianze video che trova sul sito e vedrà che troverà tutte le risposte ed il conforto che cerca.
      Restiamo a sua disposizione.
      In bocca al lupo e a presto.

      "Mi piace"

  2. Il problema è aspettare da quattro a sei mesi per essere operati. Tremendo è aspettare così tanto tempo con il dolore continuo giornaliero.

    "Mi piace"

    1. Caro Maurizio, purtroppo oggi la situazione è questa. Meglio di così non possiamo fare, le liste operatorie sono lunghe e tutti i pazienti soffrono dolori difficili da sopportare. Facciamo del nostro meglio per poter accelerare ma ogni settimana si aggiungono nuovi pazienti alla lista; questo sicuramente è indice di grande fiducia nelle nostre capacità da parte dei cittadini ma allo stesso tempo alimenta questo fenomeno. Come risolvere? Non è una questione semplice, da anni la pubblica amministrazione escogita sistemi per l’abbattimento delle liste ma le capacità di un gruppo operatorio dipendono fondamentalmente dal numero di uomini che ci lavorano e se questi non aumentano non non si può conseguentemente aumentare la produzione più di tanto.
      La ringraziamo per averci scritto e ci auguriamo che le possa al più presto risolvere il suo problema.
      Cordiali saluti dallo staff di protesidanca.net

      "Mi piace"

    1. Risponde l’anestesista:
      Gentile Giovanna, grazie per averci scritto. L’anestesia per l’intervento di artroprotesi d’anca con accesso mininvasivo tiene in considerazione di tutte le possibili variabili legate al paziente relative a patologie concomitanti( diabete , ipertensione) ivi comprese allergie e/o intolleranze.
      Restiamo a sua disposizione per ogni altra informazione. Cordialità

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...