Protesi Anca Mini Anteriore | Costo di un intervento in Clinica Privata

Spesso ci chiedono quanto costi affrontare l’intervento di protesi d’anca mini invasiva anteriore in cinica privata. Negli ultimi anni la maggiore diffusione di polizze sanitarie ha consentito di compensare la sempre maggiore richiesta di interventi di protesi d’anca a carico del servizio sanitario nazionale.

Ciò ha concesso ad una porzione maggiore di pazienti la possibilità di scegliere la clinica privata come partner per operarsi di protesi d’anca mini invasiva anteriore con la nostra équipe.

Da molti anni abbiamo scelto come sede privata del nostro centro di eccellenza, la Clinica Ars Medica (06 362081è convenzionata con le migliori assicurazioni.
Il personale della Casa di Cura è a disposizione per fornire ulteriori e più dettagliate informazioni.

In una realtà ricca di novità su materiali, procedure chirurgiche mininvasive e percorsi fast-track, le strutture private come quelle pubbliche offrono ai pazienti assicurati e non le migliori e più aggiornate tecnologie.

La Clinica Ars Medica è convenzionata con i maggiori gruppi assicurativi e garantisce i più alti standard di qualità del settore. Il personale della clinica è a disposizione per fornire ulteriori e più dettagliate informazioni circa modalità e procedure.

15thAnniversary-1-570x227

Protesidanca.net | La Protesi d’Anca in convenzione con le maggiori compagnie assicurative

Il Dr Cammarano ed il Dr De Peppo durante un intervento di protesi d’anca mininvasiva anteriore
15thAnniversary-1-570x227

LA PROTESI D’ANCA MININVASIVA ANTERIORE A ROMA DAL 2003

“Passare tra i muscoli senza inciderli o staccarli”


Spesso ci chiedono quanto costi affrontare l’intervento di protesi d’anca mini invasiva anteriore in cinica privata. Negli ultimi anni la maggiore diffusione di polizze sanitarie ha consentito di compensare la sempre maggiore richiesta di interventi di protesi d’anca a carico del servizio sanitario nazionale.

Ciò ha concesso ad una porzione maggiore di pazienti la possibilità di scegliere la clinica privata come partner per operarsi di protesi d’anca mini invasiva anteriore con la nostra équipe.

La Clinica Ars Medica (Roma zona Corso Francia)

Da molti anni il nostro riferimento è la Clinica Ars Medica (06 362081). Convenzionata con i maggiori gruppi assicurativi, garantisce i più alti standard di qualità del settore.

In una realtà ricca di novità su materiali, procedure chirurgiche mininvasive e percorsi fast-track, le strutture private come quelle pubbliche offrono ai pazienti assicurati e non le migliori e più aggiornate tecnologie.

Siamo a disposizione per fornire ulteriori e più dettagliate informazioni circa modalità e procedure. .

Il Dr Cammarano, a sinistra, e il Dr De Peppo

La più grande casistica in Italia

“PASSARE TRA I MUSCOLI SENZA INCIDERLI O STACCARLI”


Per visite in STUDIO a ROMA chiamare:

Dott. G. Cammarano +39 329 1214372 – ARS Medica 06 362081

Dott. M. de Peppo +39 329 1214439 – ARS Medica 06 362081

INVIATECI LE VOSTRE IMMAGINI RADIOGRAFICHE

INFO@PROTESIDANCA.IT

CONTATTI


Clinica ARS Medica

Approccio anteriore all’anca

Tribologia | Il fallimento dell’accoppiamento metallo-metallo nella protesi d’anca

Uno studio ha dimostrato che le protesi d’anca che utilizzano l‘accompimento metallo metallo (testa e intero acetabolare metallici) sono più a rischio di una revisione entro il breve e medio periodo. Sono stati presi in esame numerosi impianti di una nota azienda americana con l’intento di scoprire i fattori di rischio associati con il fallimento precoce e la necessità di un ulteriore intervento chirurgico.

L’uso del metallo metallo è precipitato negli ultimi cinque anni, ma “centinaia di migliaia” di impianti rimangono al loro posto. Una migliore comprensione dei fattori associati al rischio di fallimento fornisce preziosi informazioni per i lavoratori di ricerca di sviluppo dei materiali. Sono stati esaminati i dati di 434 pazienti (243 donne e 191 uomini) relativi a 489 protesi totali d’anca metallo metallo riferiti ad un ospedale nel nord dell’Inghilterra e monitorati per una media di 7,5 anni dopo l’intervento.

Ne è risultato che 71 impianti pari al 16% del totale sono stati revisionati nel corso di questo periodo. Un tasso drammaticamente inaccettabile, come ritenuto dagli studiosi. Tra le altre cose è stato rilevato che in oltre il 40% dei casi esaminati la superficie del cono era difettosa. La superficie conica descrive l’interno della testa femorale che si collega allo stelo femorale. Questo difetto era significativamente associato con l’eccessivo rilascio di particelle di metallo nell’organismo, fattore determinante per il fallimento dell’impianto.

Metallosi

Una evidente colorazione metallica dei tessuti, visibile ad occhio nudo (metallosi) è stata riscontrata in circa un quinto dei casi. Il fenomeno è stato riscontrato maggiormente nei pazienti di sesso femminile in quanto più spesso soggette a sostituzione protesica di entrambe le anche.

I dati del Registro Nazionale congiunto per l’Inghilterra e il Galles per il 2014 indicano che sono state impiantate 11.871 protesi d’anca metallo su metallo, ciò suggerisce i ricercatori a calcolare che circa 180.000 persone in tutto il mondo hanno questo tipo di protesi. Questi pazienti potrebbero essere a rischio di un intervento chirurgico di revisione precoce.

Fonte: Opnews

Aziende | Il nuovo sito Stryker “patient oriented” e la mini invasiva anteriore

Approccio anteriore all'anca
Approccio anteriore all’anca
Sempre più le aziende tenendo ad aprire un dialogo diretto con i pazienti. A loro volta questi ultimi sono sempre più aggiornati sulle novità tecnologiche e scientifiche circa le patologie che li affliggono. Questo è il caso della Stryker, multinazionale leader nella produzione di impianti protesici di anca e di ginocchio, che di recente ha pubblicato una versione dedicata ai pazienti del suo sito. Grande risalto, ovviamente, è stato dato alla protesi d’anca con accesso mini invasivo anteriore sottolineandone le caratteristiche principali che qui riassumiamo in italiano:

L’approccio diretto anteriore è una delle tecniche mini-invasive utilizzate nella chirurgia di sostituzione totale dell’anca. Questa tecnica è associata ad un ridotto danno muscolare e dolore, così come ad un veloce recupero post-operatorio rispetto a tecniche di sostituzione dell’anca tradizionali ad accesso laterale o postero laterale, che richiedono un coinvolgimento più significativo dei tessuti articolari e una incisione più lunga”.

Innovazione | Il mercato protesico globale crescerà del 3,7% all’anno secondo le stime del GBI Research

374d325

Il mercato protesico sta diventando sempre meno una soluzione finale e sempre più una scelta di vita, secondo un nuovo rapporto della GBI Research (Global Business Intelligence). Il nuovo rapporto afferma che le condizioni come l’artrite e l’osteoporosi stanno diventando sempre più comuni a causa di aspettative di vita più lunghe. I progressi tecnologici sono incoraggianti e pazienti sempre più giovani con problemi articolari si sottopongono a trattamento chirurgico di artroprotesi pure anticipo rispetto al passato.

I chirurghi stanno rapidamente adottando innovative procedure chirurgiche meno invasive, rendendo i risultati del trattamento più affidabili. Questo incoraggia i pazienti ad optare per un intervento chirurgico ancora in giovane età, permettendo loro di mantenere uno stile di vita attivo e sano. L’emergere di nuove procedure e nuovi materiali da impianto più resistenti all’usura garantiscono ottimi risultati anche lungo termine.

img_0626

Tecniche mini invasive nella chirurgia protesica dell’anca e del ginocchio, richiedono incisioni più piccole rispetto alle tecniche tradizionali riducendo al minimo la perdita di sangue e risparmiando muscoli e tendini. Inoltre la chirurgia mininvasiva consente di riprendere il proprio naturale in modo più rapido, riducendo degenza e tempi di recupero e migliorando il comfort del paziente.

I nuovi materiali migliorano la longevità dell’impianto, l’utilizzo di nuovi polietileni trattati con speciali sistemi di sterilizzazione e riscaldamento ha raggiunto bassissimi tassi di usura e resistenza al carico prolungato, permettendo ai nuovi impianti di avere una prospettiva di vita media almeno di 25 anni, 10 anni in più rispetto a ciò che era disponibile solo fino a pochi anni fa. I protagonisti incontrastati di questo mercato sono: Stryker, Zimmer, DePuy, Smith & Nephew. Tuttavia occorre tener presente che la sperimentazione continua di nuovi materiali e soluzioni ostacola spesso la crescita del mercato quando questi ultimi risultano essere fallimentari nel loro scopo. Ci vediamo più la problematica sorta con gli accoppiamenti in metallo metallo ed il conseguente rilascio di ioni metallici nel sangue.

GBI Research prevede che il mercato globale delle protesi da ricostruzione del valore di 13,5 miliardi di dollari nel 2011 crescerà fino al valore di 17,5 miliardi di dollari entro il 2018, ad un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 3,7%.

Fonte: opnews

Aziende | L’eredità del fondatore della Stryker Corporation in un video pubblicato dalla compagnia stessa nel 2015

La Stryker è una delle più grandi aziende del mercato ortopedico, alcuni dei suoi prodotti sono importanti punti di riferimento del mercato.

bn-mh410_stryke_p_20160126172845