Dr Cammarano e Dr De Peppo | La Protesi d’Anca Mininvasiva Anteriore a Roma dal 2003 | Passare tra i muscoli senza inciderli o staccarli e tornare subito al movimento

15thAnniversary-1-570x227

“Passare tra i muscoli senza inciderli o staccarli”

Il Dr Cammarano ed il Dr De Peppo

Migliaia sono le persone che dal 2003 si sono sottoposte ad un intervento di protesi d’anca con accesso mininvasivo anteriore affidandosi alla nostra équipe qui a Roma. Chi meglio di un paziente può comunicare in modo chiaro e diretto la propria esperienza ad un altro paziente? Da sempre la raccolta delle loro testimonianze rappresenta per noi un prezioso patrimonio da dedicare a tutti coloro che sono difronte alla prospettiva dell’intervento di protesi d’anca.


Schermata 2019-09-25 alle 21_Fotor
Alessandra
Antonio
Antonio
Pietro Shot
Pietro | Anestesista
Cinzia | Allenarsi nella corsa a 1 anno dall’intervento
Cinzia corre la Race for the Cure a 11 mesi dall’intervento!
Schermata 2018-04-08 alle 19_Fotor
Sergio
Schermata2018-02-06alle16_Fotor
Cinzia
Germana
Maria Teresa
Maurizio
Paolo
schermata-2016-09-25-alle-09_fotor
Roberto
schermata-2016-09-26-alle-13_fotor
Alessandro
schermata-2016-10-01-alle-20_fotor
Pietro
schermata-2016-10-13-alle-09_fotor
Piera

VANTAGGI:

  • Un più rapido recupero post operatorio poiché permette al chirurgo di lavorare tra i muscoli e i tessuti senza staccarli o tagliarli mantenendoli integri.
  • Minore dolore muscolare = immediata ripresa della funzionalità dell’articolazione
  • Aiuta a prevenire il rischio di lussazioni protesiche mantenendo la nuova articolazione in sede proprio grazie alla conservazione integrale delle strutture muscolari. 
  • Rende minore la perdita ematica intra-operatoria.

 

Il Dr Cammarano a sinistra, e il Dr De Peppo

La più grande casistica in Italia

“PASSARE TRA I MUSCOLI SENZA INCIDERLI O STACCARLI”


Per visite in STUDIO a ROMA chiamare:

Dott. G. Cammarano +39 329 1214372 – ARS Medica 06 362081

Dott. M. de Peppo +39 329 1214439 – ARS Medica 06 362081

INVIATECI LE VOSTRE IMMAGINI RADIOGRAFICHE

INFO@PROTESIDANCA.IT

CONTATTI


Clinica ARS Medica

Approccio anteriore all’anca

“Soffrire di artrosi all’anca è frustrante. Tornare in forma deve essere una grandiosa esperienza”. Soffri di artrosi alle anche? Vieni a conoscere la protesi d’anca con Accesso Mininvasivo Anteriore

Tornare rapidamente al movimento dopo la protesi d’anca mininvasiva anteriore
Il Dr Cammarano a sinistra, e il Dr De Peppo

“Soffrire di artrosi all’anca è frustrante. Tornare in forma deve essere una grandiosa esperienza”


La differenza è tutta nell’esperienza. Il Dott. Cammarano e il Dott. De Peppo sono stati tra i primi in Italia e in Europa a dedicarsi all’accesso mini invasivo anteriore all’ancaDal 2003 partendo dal CTO di Roma migliaia sono i pazienti operati e moltissimi sono stati i chirurghi che hanno frequentato i loro corsi su questo rivoluzionario accesso chirurgico per la protesi d’anca.

La filosofia del Team è fornire ai pazienti la migliore esperienza associata al miglior risultato. Questo processo comincia già alla prima visita e significa attenzione personale ai dettagli e cura del paziente in ogni fase.

Da quel momento il paziente è costantemente in contatto con il Team, 24 ore su 24. L’attenzione personale ai dettagli e la massima focalizzazione sono le caratteristiche principali dell’esperienza del paziente con il Team di protesidnca.net fondato dal Dott. Cammarano e dal Dott. De Peppo.

Collage_Fotor 3
La parola ai Pazienti

Questa esperienza si intraprende discutendo con i chirughi i propri obiettivi di recupero del movimento e risolvendo qualsiasi dubbio si possa avere, inoltre programmando l’intervento chirurgico e un piano di assistenza personalizzato in base alle proprie esigenze.

Pianificare con cura l’intervento sia con il SSN che in clinica (Ars Medica), vuol dire anche prepararsi per comprendere al meglio tutti gli aspetti pre e post-operatori per far si che questo delicato momento della propria vita si trasformi in una:

grandiosa esperienza.


15thAnniversary-1-570x227

LA PROTESI D’ANCA MININVASIVA ANTERIORE A ROMA DAL 2003

“Passare tra i muscoli senza inciderli o staccarli”


Per visite in STUDIO a ROMA chiamare:

Dott. G. Cammarano +39 329 1214372 – Studio  06 362081 Ars Medica

Dott. M. de Peppo +39 329 1214439 – Studio  06 362081 Ars Medica

Innovazione | Il mercato protesico globale crescerà del 3,7% all’anno secondo le stime del GBI Research

374d325

Il mercato protesico sta diventando sempre meno una soluzione finale e sempre più una scelta di vita, secondo un nuovo rapporto della GBI Research (Global Business Intelligence). Il nuovo rapporto afferma che le condizioni come l’artrite e l’osteoporosi stanno diventando sempre più comuni a causa di aspettative di vita più lunghe. I progressi tecnologici sono incoraggianti e pazienti sempre più giovani con problemi articolari si sottopongono a trattamento chirurgico di artroprotesi pure anticipo rispetto al passato.

I chirurghi stanno rapidamente adottando innovative procedure chirurgiche meno invasive, rendendo i risultati del trattamento più affidabili. Questo incoraggia i pazienti ad optare per un intervento chirurgico ancora in giovane età, permettendo loro di mantenere uno stile di vita attivo e sano. L’emergere di nuove procedure e nuovi materiali da impianto più resistenti all’usura garantiscono ottimi risultati anche lungo termine.

img_0626

Tecniche mini invasive nella chirurgia protesica dell’anca e del ginocchio, richiedono incisioni più piccole rispetto alle tecniche tradizionali riducendo al minimo la perdita di sangue e risparmiando muscoli e tendini. Inoltre la chirurgia mininvasiva consente di riprendere il proprio naturale in modo più rapido, riducendo degenza e tempi di recupero e migliorando il comfort del paziente.

I nuovi materiali migliorano la longevità dell’impianto, l’utilizzo di nuovi polietileni trattati con speciali sistemi di sterilizzazione e riscaldamento ha raggiunto bassissimi tassi di usura e resistenza al carico prolungato, permettendo ai nuovi impianti di avere una prospettiva di vita media almeno di 25 anni, 10 anni in più rispetto a ciò che era disponibile solo fino a pochi anni fa. I protagonisti incontrastati di questo mercato sono: Stryker, Zimmer, DePuy, Smith & Nephew. Tuttavia occorre tener presente che la sperimentazione continua di nuovi materiali e soluzioni ostacola spesso la crescita del mercato quando questi ultimi risultano essere fallimentari nel loro scopo. Ci vediamo più la problematica sorta con gli accoppiamenti in metallo metallo ed il conseguente rilascio di ioni metallici nel sangue.

GBI Research prevede che il mercato globale delle protesi da ricostruzione del valore di 13,5 miliardi di dollari nel 2011 crescerà fino al valore di 17,5 miliardi di dollari entro il 2018, ad un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 3,7%.

Fonte: opnews